Massimo Fancellu

Coaching per il team

Cosa unisce il waterman Niccolò Porcella alla Littizzetto? Almeno 3 strategie di successo, come ho scoperto al Festival di Gavoi 2017 - Massimo Fancellu

Cosa unisce il waterman Niccolò Porcella alla Littizzetto? Almeno 3 strategie di successo, come ho scoperto al Festival di Gavoi 2017

Ad osservare con occhi curiosi e orecchie ritte quanto le persone ci propongono, ogni giorno, coi loro racconti di vita, c’è sempre molto da imparare.
Di questo, sono sempre più convinto: dagli errori e dai fallimenti degli altri, infatti, possiamo trarre preziose indicazioni per evitare più di un guaio o problema.
Ma, soprattutto, dai successi degli altri possiamo anche trarre ispirazione, afferrando stimoli e strategie interessanti per cambiare e migliorare qualcosa nella nostra vita.

Un’ulteriore conferma della validità di questo approccio l’ho avuta anche lo scorso sabato a Gavoi, il fiorente, verde paese della Barbagia rinomato per ospitare, da ormai 14 anni, a inizio estate, il più importante festival letterario della Sardegna, l’“Isola delle Storie”.

Fra i diversi autori ospiti di quest’ultima edizione, due quelli che, col loro intervento, mi hanno stimolato in particolare importanti riflessioni: la famosa attrice e scrittrice comica Luciana Littizzetto (con la sua arguta e godibilissima ironia) e Niccolò Porcella, il giovane sardo-americano big del surf mondiale, premiato col prestigioso riconoscimento “Wipeout of the year 2015” per la caduta più spettacolare.

Littizzetto al Festival Gavoi 2017

Luciana Littizzetto al Festival di Gavoi 2017

Due personaggi così diversi fra loro (per età, interessi e attività svolta, background familiare e culturale) fra i quali sembrerebbe impossibile trovare la benché minima connessione e comunanza. Eppure, niente di più sbagliato!
Infatti, sia l’esilarante Luciana che l’aitante waterman Niccolò, nel raccontarsi davanti al pubblico, hanno messo in evidenza atteggiamenti e caratteristiche personali simili, e sicuramente vincenti, che hanno permesso ad entrambi di raggiungere importanti traguardi nella loro vita.
Ascoltando le loro esperienze di vita, ho individuato almeno 3 elementi sui quali mi sento di poterli equiparare:

  1. Una chiara visione (raggiungibile) del proprio obiettivo

    Entrambi son partiti dall'avere chiaro un sogno, uno scopo su cui impegnarsi nella loro vita ed entrambi lo hanno perseguito nel tempo, senza mollare. Lungo il cammino, però, sono stati capaci di saper adattare le proprie ambizioni al contesto oggettivo, trovando soluzioni funzionali per realizzare sempre meglio il progetto che avevano a cuore.

  2. Una gestione positiva delle difficoltà e dei fallimenti

    Per arrivare alla meta, si sono dovuti confrontare (e superare) con impedimenti e battute d'arresto inaspettate che hanno messo alla prova la loro determinazione. Ma, a differenza di tanti che facilmente finiscono per arrendersi e lamentarsi, sia Porcella che la Littizzetto hanno saputo far fronte ad ostacoli e imprevisti, cogliendo in essi l'opportunità di crescere e fortificarsi. Un approccio che ha permesso ad entrambi di ricondurre a proprio vantaggio le difficoltà incontrate lungo il percorso.

  3. Un continuo lavoro di preparazione e allenamento

    La fortuna arride agli audaci e...a chi investe, giorno dopo giorno, sulla sua formazione. Questo è il terzo, importante assioma che si evince dai loro racconti. Studio, esercizio e allenamento costanti sono il filo conduttore attraverso cui si sono mossi per perfezionare le proprie abilità nel tempo. Il risultato? Ritrovarsi ad essere sempre più competenti nella propria materia e padroni degli eventi, piuttosto che pedine mosse dal caso.

Dei parallelismi decisamente interessanti, non trovi?
Che, ne son sicuro, potresti cogliere e apprezzare meglio solo conoscendo qualcosa in più delle esperienze di vita di questi due ospiti del Festival.
Esperienze di cui mi riprometto di parlarti a breve, in qualche altro articolo: userò, perciò, il loro esempio positivo per capire come tutti, te e me compresi, possiamo utilizzare queste stesse strategie vincenti per cambiare in meglio la nostra vita.

Massimo Fancellu
 

Sono un formatore e un Coach professionista specializzato nello sviluppo dei Team aziendali. Col mio metodo “TEAM IN 3 PASSI” aiuto i Team di lavoro che vogliono essere più efficaci ed efficienti. Questo in azienda significa lavorare con più affiatamento, maggior benessere e aumentare la produttività del gruppo.

Fai click Qui per lasciare un commento 0 commenti
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.